Le 10 ragioni che spingono gli utenti a usare Facebook (seconda parte)

Dopo l’infografica che mostrava le prime cinque ragioni che spingono gli utenti a usare Facebook, ecco la seconda parte, che comprende invece le posizioni che vanno dal sesto al decimo posto. Quale di queste appartiene maggiormente alle vostre abitudini?

VR Storytelling: l’importanza della realtà virtuale quando si racconta una storia

La realtà virtuale è uno strumento potente. Permette di raccontare le storie in un modo che fino a poco tempo fa sembrava inimmaginabile.  Quando qualcuno scrive qualcosa a proposito dello storytelling, fa fatica a dire qualcosa di originale. Non si tratta di essere poco creativi, ma di affrontare un tema troppo discusso che orbita vicino … Read more VR Storytelling: l’importanza della realtà virtuale quando si racconta una storia

La Coppia Creativa Sono In Quattro di Emanuele Nenna

Quello che ci vuol far credere Emanuele Nenna è che tutto quello che ora è presente nel mondo delle agenzie di advertising derivi da un uomo che, a detta di Adage, sarebbe l’influencer legato alla creatività e alla pubblicità più importante del ventesimo secolo. Il suo nome è William Bernbach, detto Bill, e dopo aver … Read more La Coppia Creativa Sono In Quattro di Emanuele Nenna

Le 10 ragioni che spingono gli utenti a usare Facebook (prima parte)

Vi siete mai chiesti quali sono i motivi che spingono le persone a utilizzare Facebook? GlobalWebIndex le ha raccolte in una chart e io ho realizzato un’infografica. Ecco le prime 5 posizioni! Voi a quale categoria pensate di appartenere di più?

L’estetica giapponese e l’insostenibile peso della complessità

Ogni genere di comunicazione, quando è complessa, perde di efficacia. L’estetica giapponese ci aiuta a capire come semplificarla.    “Shibumi allude a una grande raffinatezza sotto apparenze comuni. È un’affermazione così precisa che non ha bisogno di essere ardita, così acuta che non dev’essere bella, così vera che non deve essere reale. Shibumi è comprensione più che … Read more L’estetica giapponese e l’insostenibile peso della complessità